ALBANIA TRA STORIA E BELLEZZE NATURALI

Di Claudio Mortini

Dopo anni di crisi profonda, economica e sociale, l'Albania sembra finalmente avviata verso la ripresa, sospinta da un clima di ottimismo, dinamismo e modernità che vuole lasciarsi definitivamente alle spalle il difficile periodo di transizione seguito agli anni del regime comunista. L'economia locale è in piena ripresa dall'inizio del nuovo secolo, tanto che il paese è riuscito a scrollarsi di dosso l'etichetta di nazione più povera d'Europa. Tuttavia, alcuni pareri sostengono che questo rapido sviluppo abbia comportato alcuni disagi per i visitatori, assillati dai cantieri edili aperti in tutte le città, dalle infrastrutture ancora in fase di completamento e dalle lunghe attese per disporre di servizi non del tutto perfezionati. In realtà il piacere di un viaggio in Albania è rimasto intatto, con le bellezze di Tirana, il favoloso litorale ionico del sud e le vestigia storiche che attirano un numero sempre maggiore di turisti da tutta Europa. Gli albanesi chiamano il proprio paese Shqiperia e fanno risalire le proprie radici alle antichissime popolazioni illiriche, che occuparono i Balcani occidentali dal II millennio a.C. fino al VII secolo a.C., quando vennero rimpiazzati dai greci. A partire dal 228 a.C. la regione entrò nella sfera di ingerenza dei romani, che consentirono alla popolazione di vivere un lungo periodo di pace e prosperità. Dopo la divisione dell'impero romano, l'Illiria, con la quale possiamo grossomodo indicare l'odierna Albania, rimase sotto l'impero d'Oriente, in seguito noto come impero bizantino. E' a questo periodo che risale la diffusione del cristianesimo. Nel 1344 l'Albania fu annessa dalla Serbia, ma già dalla fine del secolo la zona rimase esposta agli attacchi ottomani, che rimasero gli indiscussi padroni dei Balcani fino al 1912, quando le rivolte di Valona portarono alla proclamazione dell'indipendenza, più volte minata nel corso del XX secolo dall'ascesa del comunismo, una piaga cancellata solo dalle elezioni del marzo 1992. La capitale, Tirana, la puoi vedere in un video specifico, sempre qui su Y T nella parte centrale dell'Albania, a poche decine di chilometri di distanza da Tirana, spicca Durazzo, capitale dal 1913 al 1920, ed oggi città turistica per eccellenza, in quanto dotata anche di una spiaggia lunga più di 10Il centro più popoloso dell'Albania meridionale è invece Valona, l'antica Aulon, che oggi conta all'incirca 75.000 abitanti. La città, che si affaccia su una gradevole baia, è contraddistinta da ritmi frenetici, con un lungo viale sempre pieno di gente.





0 Commenti

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails
Gli autori del blog dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti dai lettori. Gli autori si impegnano a cancellare nei limiti delle possibilità i commenti lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze. Qualora dovesse sfuggire la cancellazione di commenti lesivi lo si comunichi all'indirizzo e-mail: info@vacanzeinalbania.info