LAGUNA DI KARAVASTA

Articolo di Negroni G.

La Laguna di Karavasta viene considerata come la più importante fra quelle Albanesi. Il presente articolo permette al lettore di avere una chiara visione generale della laguna. L’approccio descrittivo prevede l’analisi dei fattori principali che influenzano la produttività della laguna. Non viene tralasciato il fattore sociale che grandemente influenza tutti gli altri fattori, in particolare in Albania. Tutti le informazioni provengono da numerose missione compiute per L’IREPA con i gestori della laguna ed i colleghi Albanesi del Direttorato della pesca. Le informazioni fornite dai collaboratori locali, hanno permesso di meglio comprendere la struttura fisica e produttiva dell’area umida.

Posizione geografica

La zona lagunare di Karavasta si trova fra i fiumi Shkumbin e Seman nella zona centrale della costa Adriatica Albanese, nelle zone costiere limitrofe abbiamo la foresta di pini di Divjaka (ora Parco Nazionale). Il complesso di Karavasta include l’omonima Laguna, quella di Godulla, alcuni collettori per l’irrigazione e i sopraccitati fiumi che costeggiano il complesso lagunare, rendendolo attivo ed in costante evoluzione idrogeomorfologica. La neoformata Laguna di Godulla è ben delimitato con comunicazioni con il mare e si allinea perpendicolarmente alla linea di costa di fronte a Karavasta. Karavasta è la più vasta laguna Albanese con i 3,900 Ha di superficie: ha una lunghezza massima di 15 Km. con una larghezza di 4,1 Km circa. Ha tre canali di connessione con il mare che devono essere spesso dragati per permettere un appropriato passaggio delle acque marine. Solo il canale Nord ha una connessione diretta con il mare, gli altri due sono in comunicazione con la nuova Laguna di Godulla a sua volta in collegamento con il mare.

La Laguna di Godulla è stata creata dai sedimenti depositati dai due fiumi Shkumbin e Seman posizionati ai lati della Laguna di Karavasta. La nuova laguna di Godulla ha una superficie di circa 280 ha e due canali di connessione al mare.

Storia della Laguna

La storia della laguna viene definite dalle relazioni con il mare, i due fiumi limitrofi e l’attività dell’uomo che hanno plasmato l’attuale geografia dell’area del bacino di Karavasta. Al seguito della formazione della laguna e delle zone pianeggianti laterali ad opera dei fiumi e delle acque discendenti dalle colline di Divjaka, abbiamo avuto opere di sistemazione fondiaria, arginatura e drenaggio di alcune aree e dei fiumi per permettere attività agricole nelle fertili terre recuperate. Inoltre è stata impiantata una grande foresta costiera di pini. La zona umida di Karavasta comprende anche numerose aree a dune e piccoli bacini salati senza comunicazioni esterne ed una vegetazione xerofita adattata agli alti contenuti salini dell’area.

Turismo

L’area offre buone opportunità nel settore dell’ecoturismo, infatti la laguna è inserita nel parco Nazionale di Divjaka, con la propria foresta di pini, le spiagge, i magnifici panorami e la laguna con le risorse peschiere ed un’abbondante avifauna tra cui il pellicano dalmata. Si stimano in 300.000 i turisti che ogni anno visitano l’area di Karavasta, in particolare le spiagge, con picchi di 8.000 visitatori al giorno durante il periodo estivo. La grande quantità di turisti e la mancanza d’infrastrutture adeguate sono un reale pericolo sia relativamente all’inquinamento, che per il disturbo alla fauna selvatica ed i rischi d’incendio.

Fonte:  www.pubblicitaitalia.com





0 Commenti

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails
Gli autori del blog dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti dai lettori. Gli autori si impegnano a cancellare nei limiti delle possibilità i commenti lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze. Qualora dovesse sfuggire la cancellazione di commenti lesivi lo si comunichi all'indirizzo e-mail: info@vacanzeinalbania.info