L’Albania si ferma per ricordare la rivoluzione: 20 anni fa l’addio al regime comunista

Scritto da Alessandro Proietti

Il soffio della libertà, della democrazia sta scardinando in queste settimane le cristallizzate oligarchie dei paesi del nord Africa. Una novità nel panorama geopoliticoche non ha precedenti nella storia. Una rivolta condotta dal ‘basso’, in primis da parte di giovani tunisini, egiziani e libici.

E lo stesso soffio di libertà arrivò quasi all’improvviso il 20 febbraio del 1991 in Albania. La notizia passò di bocca in bocca. I social network ancora non esistevano, ma la voglia di sovvertire quel regime comunista, che non lasciava spazio ai ragazzi ed al loro futuro, era troppo forte. Un movimento spontaneo capace di rivoluzionare gli equilibri all’interno della dittatura voluta da Enver Hoxha, il ‘padre’ dell’Albania stalinista.

Massicce manifestazioni studentesche e uno sciopero generale (che ebbe il suo momento più drammatico nell’astensione dal lavoro da parte di alcuni minatori, rimasti per dodici giorni nel sottosuolo), decretarono la fine del dispotismo, suggellato dall’abbattimento della statua dell’ex leader politico albanese in , al centro di Tirana.

Leggi tutto...





0 Commenti

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails
Gli autori del blog dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti dai lettori. Gli autori si impegnano a cancellare nei limiti delle possibilità i commenti lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze. Qualora dovesse sfuggire la cancellazione di commenti lesivi lo si comunichi all'indirizzo e-mail: info@vacanzeinalbania.info