Santi sull’Adriatico

A Bari, fino ad ottobre, c’è una particolarissima mostra che mette a confronto l’Albania e la Puglia, terre baciate dallo stesso mare, attraverso l’arte delle immagini sacre.Santi sull’Adriatico, presso il castello Svevo di Bari, è la raccolta di sessanta icone che testimoniano la circolazione iconografica nel basso Adriatico dal XV al XIX secolo. In vetrina ci saranno le icone (soprattutto icone post bizantine) dei Musei Albanesi di Berat e Korce insieme ad un piccolo nucelo di icone presenti in Puglia di carattere bizantino, frutto del legame culturale tra la Puglia e l’Oriente.

Le sezioni della mostra sono quattro: Le origini della circolazione iconica in Adriatico dal XIII al XV secolo, Onufri ( l’artista delle “icone” nato quando l’Albania era sotto l’impero ottomano), la scuola di Onufri e la Circolazione iconica nel basso Adriatico dal XVI al XVIII secolo.

Non tutti conoscono Onufri: fu attivo artisticamente e politicamente, in quanto, nel periodo in cui dipinse, ebbe la carica di Protopapa per meriti intellettuali, si oppose con la sua pittura religiosa alla conversione islamica del suo territorio e fu influente nella chiesa bizantina.

La Mostra in programma a Bari nasce come continuazione del progetto Interreg Italia-Albania sulla messa in rete di Musei dei due Paesi (www.cchnetproject.it) ed è inserita come sub-progetto nell’ APQ “Programma di sostegno alla Cooperazione Regionale Balcani occidentali”.






Etichette:
0 Commenti

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails
Gli autori del blog dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti dai lettori. Gli autori si impegnano a cancellare nei limiti delle possibilità i commenti lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze. Qualora dovesse sfuggire la cancellazione di commenti lesivi lo si comunichi all'indirizzo e-mail: info@vacanzeinalbania.info