ALBANIA - ELEZIONI: COL 50,3% DEI VOTI BERISHA VERREBBE RICONFERMATO PREMIER

29 giu. - Tutti gli exit poll concordano nell'attribuire la piena vittoria delle elezioni legislative albanesi al Partito democratico (Pd) di Sali Berisha che verrebbe così riconfermato premier, battendo il suo principale sfidante, il sindaco di Tirana, Edi Rama, leader del Partito socialista (Ps).
In base ai calcoli dell'agenzia Gani Bobi, il Pd di Berisha, grazie al 50,3%, guadagnerebbe 76 dei 140 seggi del parlamento monocamerale albanese, non avendo dunque bisogno di ricorrere ad alleanze esterne per formare il nuovo governo. Il PS dello sfidante Rama, invece, non andrebbe oltre i 60 deputati, grazie al 42,3% delle preferenze.

La previsione di Gani Bobi, diffusa dall'emittente Tv Klan, si basa su un campione di 10.051 elettori intervistati, e includono anche i voti delle formazioni minori che aderiscono alle rispettive coalizioni. Il dato relativo ai due singoli partiti principali vede il Pd al 47,5%, circa nove punti in vantaggio rispetto al 38,8%.
Concordano nell'attribuire la vittoria al centrodestra anche le stime dell'agenzia Zogbi, ingaggiata da Top Channel: al Pd vengono attribuiti 69 seggi contro i 55 del Ps. In tal caso, il centro destra sarebbe però al di sotto dei 71 deputati che rappresentano la maggioranza più uno del totale. Resta dunque aperta l'ipotesi che il terzo partito, il Movimento socialista per l'integrazione (Lsi), guidato da Ilir Meta, possa giocare il ruolo di 'ago della bilancia: entrambe le due agenzie gli attribuiscono 4 seggi. Se confermate, dunque, le previsioni smentirebbero i sondaggi pre-elettorali che attendevano un testa a testa tra Berisha e Rama.
"Questo è un momento molto serio e chiediamo ai media di concentrarsi sul conteggio reale dei voti invece che sulgi exit poll che sono stati sempre un esperimento fallimentare in Albania, dove molte persone hanno paura a dichiarare apertamente le loro preferenze" ha dichiarato il leader socialista Edi Rama nel secondo intervento in conferenza stampa. Intanto molti sostenitori democratici si sono riversati per le strade di Tirana a festeggiare.
"Chiedo a Sali Berisha, in qualità di primo ministro del paese di fermare queste manifestazioni fino al momento in cui la Commissione centrale elettorale non annuncerà i primi risultati ufficiali" è stato l'appello di Rama. La Commissione centrale elettorale ha nel frattempo fornito il dato ufficiale dell'affluenza: il 46% dei circa 3,1 milioni di albanesi si è recato alle urne.
Secondo il premier in carica Berisha, ha votato "il 15% in più rispetto alle elezioni del 2005" come ha lui stesso dichiarato in conferenza stampa, considerando però che alle elezioni di quattro anni fa era minore il numero assoluto degli aventi diritto. Lo svolgimento regolare e pacifico della tornata elettorale era considerato dall'Unione europea un vero e proprio 'test di democrazia' per Tirana che ambisce ad ottenere lo status ufficiale di Paese candidato. Per questo l'Albania ha votato sotto la 'stretta osservazione' dell'Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione europea (Osce) e di altre organizzazioni internazionali: il complesso meccanismo di monitoraggio e conteggio messo in campo, con oltre 450 ossevatori internazionali, farà ritardare i primi risultati ufficiali di diverse ore rispetto alla chiusura ufficiale dei seggi, alle 19.
L'Albania ha aderito alla Nato lo scorso aprile e la campagna elettorale di entrambi gli schieramenti si è svolta all'insegna dell'integrazione nell'Ue e di una rapida liberalizzazione dei visti per i cittadini che vogliono recarsi all'estero.

Fonte:www.clandestioweb.it




Etichette:
2 Commenti

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails
Gli autori del blog dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti dai lettori. Gli autori si impegnano a cancellare nei limiti delle possibilità i commenti lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze. Qualora dovesse sfuggire la cancellazione di commenti lesivi lo si comunichi all'indirizzo e-mail: info@vacanzeinalbania.info