Premiata Dava Gjoka. E' tra gli l'imprenditori stranieri dell'anno

ROMA, 22 MAGGIO - Radwan Khawatmi, siriano di 56 anni e da 39 anni in Italia a Parma, è stato nominato come il miglior imprenditore straniero dell'anno.

A Khawatmi è stato assegnato il riconoscimento principale di MoneyGram Award 2009, prima edizione del Premio all'imprenditoria immigrata in Italia.

Premiati anche altri cinque immigrati, originari di Romania, Colombia, Perù, Bulgaria e Albania.

A comporre la giuria sono i dirigenti di MoneyGram, società di trasferimenti internazionali di denaro e da esponenti del mondo economico, finanziario e sociale, presieduta da Giuseppe Morandini di Confindustria, che ha voluto valorizzare l'eccellenza delle aziende gestite da stranieri e premiare chi ha dimostrato capacità di visione e leadership.

Sono oltre 165 mila le aziende che in Italia sono gestite da un immigrato e un'azienda ogni 33 è di titolarità di un imprenditore straniero.

Il fenomeno però è recente - l'85% di queste aziende è stato avviato dopo il 2000 - è una tendenza che si va accentuando nel tempo: dal 2003 a oggi il numero delle imprese gestite da stranieri è triplicato.

Se si guardano le ultime stime, più del 9% del Pil italiano è da attribuire agli imprenditori stranieri e l'Italia, con quasi 4 milioni di stranieri residenti e un flusso di rimesse pari a 6 miliardi di euro, è così uno dei principali Paesi di immigrazione in Europa e nel mondo.

Insieme a Khawatmi sono stati premiati altri imprenditori: Marius Tiberius Burghelea, romeno di 38 anni, che ha vinto il MoneyGram Award per la crescita del profitto, in Italia dal 1995 e risiede a Castel Goffredo (Mantova). E’ in quella città che ha fondato la Romar Sas, società che rifornisce di prodotti tipici romeni tre negozi al dettaglio e uno all'ingrosso che serve un network di 40 negozi etnici, con un fatturato di 220 mila euro.

Per l’innovazione inveceil premio è stato ricevuto dalla colombiana Margarita Perea Sanchez, titolare della "Clinica dei vestiti", piccola sartoria di successo a Roma all'insegna della 'slow fashion'.

Il peruviano Juan José Fabiani ha vinto invece il premio per l'occupazione: in Italia dal 1985, ha fondato la Latinoamericando di Arona, azienda che si occupa di eventi e servizi informativi e culturali per la comunità latina, che dà lavoro durante l'anno a più di mille persone. I

A Ivan Cruscov poi, artigiano bulgaro di 34 anni e in Italia dal 1999, è stato assegnato vincitore del premio per la giovane imprenditoria con la sua azienda di lavorazione del ferro battuto a Mentana (Roma).

Non ultimo, il premio per la responsabilità social che è andato alla imprenditrice albanese Dava Gjoka, che nel 2006 ha fondato a Bussero una cooperativa sociale di servizi socio-sanitari ed educativi per facilitare l'integrazione.

Fonte: ParmaOK.it




Etichette:
0 Commenti

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails
Gli autori del blog dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti dai lettori. Gli autori si impegnano a cancellare nei limiti delle possibilità i commenti lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze. Qualora dovesse sfuggire la cancellazione di commenti lesivi lo si comunichi all'indirizzo e-mail: info@vacanzeinalbania.info